L’impegno per i primi 100 giorni

Stiamo avvicinandoci al momento in cui i chiavaresi dovranno scegliere la Persona che amministrerà la città nei prossimi 5 anni.

Giorgio Canepa e Partecipattiva hanno già ampiamente illustrato le proprie linee programmatiche, ma al termine di questa interessante campagna elettorale vogliono prendersi alcuni impegni cui dare attuazione immediata:

1)  Percorsi ciclabili –  piena realizzazione del progetto dei percorsi ciclabili che attraversano tutta la città, unendo le periferie con il centro entro la fine del 2012.
Si tratta di dare compimento finalmente al progetto che tre anni fa Partecipattiva ha presentato all’amministrazione, con il sostegno di un migliaio di firme di cittadini, e che Agostino non ha nemmeno guardato.

2)  Sostegno d’ onore – attivazione da subito di un progetto di “microcredito” rivolto alle persone che si trovano improvvisamente in situazione di bisogno e non riescono a far fronte alle spese ordinarie per un certo periodo, ma indirizzato anche a sostenere l’autoimprenditoralità ed in particolare coloro che stanno cercando di far partire una attività lavorativa.
Si tratta in sostanza di un fondo di garanzia che il Comune costituirà insieme a Banca Etica e grazie al quale verranno erogati prestiti a famiglie o a imprese/cooperative.

3)  Azioni per le periferie – destinazione della cifra di 300.000 € del bilancio 2012 a disposizione dei tre Quartieri periferici di Ri, Caperana e Sampierdicanne per programmare insieme ai loro abitanti interventi che migliorino la vivibilità.
Tali interventi possono riguardare la sicurezza, l’illuminazione, l’arredo urbano, gli spazi per il tempo libero, le piccole manutenzioni, l’animazione per bambini, famiglie e anziani, e saranno fatti in pieno accordo con gli abitanti del Quartiere.
I fondi saranno frutto di azioni di risparmio sulle voci di spesa, eliminando o riducendo tutte quelle che non saranno ritenute essenziali (ad esempio : auto blu, opuscoli, viaggi, consulenze, etc.)

4)  Un aiuto per i Giovani (e le loro Famiglie) – attivazione immediata della “Carta Giovani” per i ragazzi di età compresa tra i 16 ed i 25 anni; si tratta di uno strumento con cui i giovani chiavaresi potranno fare acquisti usufruendo di sconti (non meno del 10 %) nei negozi che si convenzioneranno con il Comune, e potranno godere di altre opportunità che amministrazione, enti pubblici comunali, associazioni locali offriranno loro.

Nello stesso tempo Partecipattiva si impegna ad una progettazione di interventi mirati alla costruzione di un modello della  “Città dove vivere bene”, ai quali ci dedicheremo nei primi 5 anni di mandato, tra cui  il primo atto sarà la progettazione dell’area di Colmata, che ospiterà la sede di una moderna nuova scuola media, di cui Chiavari ha particolare bisogno, immersa in un parco pubblico fruibile per lo svago ed il tempo libero di tutti. Gli attuali parcheggi saranno mantenuti e parzialmente interrati, trasformandoli il più possibile in “parcheggi ecologici”.

Per ultimo, ma non meno importante, non dimentichiamo l’ impegno ad impostare e realizzare nel piu’ breve tempo possibile un modello di comunicazione e coinvolgimento di TUTTI i Cittadini, che rimane uno dei cardini fondamentali di Giorgio Canepa e di Partecipattiva, per amministrare Chiavari.