Archivi tag: consiglio direttivo

Elezioni delle cariche associative

Con il convegno del 3 novembre si chiudono le  iscrizioni a Partecipattiva per il 2007. Chi ancora non si è iscritto può farlo contattandoci a <info@partecipattiva.org> oppure iscrivendosi direttamente sabato durante il convegno. C’è tempo fino alle 24 del 3 novembre.

E poi?

La settimana dopo procederemo con l’elezione del Presidente e del Consiglio Direttivo. Rimarranno in carica due anni.

Per sapere come avvengono le elezioni puoi scaricare il regolamento elettorale o leggerlo online da qui.

Ogni socio maggiorenne può candidarsi ad entrambe le cariche associative. Chi desiderasse farlo ci contatti per compilare l’apposito modulo di candidatura.

Contestualmente eleggeremo anche il Collegio dei probiviri. Anche per questa elezione si cercano candidati.

Bozza di regolamento elettorale

votoLe iscrizioni all’associazione Partecipattiva saranno aperte appena l’avremo registrata (a giorni). Da quel momento saranno aperte anche le candidature alle cariche sociali (presidente, consiglio direttivo, probiviri). Termineremo di raccoglierle nella giornata del 3 novembre – giorno in cui organizzeremo a Chiavari una grande assemblea – ed in serata presenteremo i candidati. Il fine settimana successivo si svolgeranno le elezioni.

Qui di seguito c’è una bozza di regolamento elettorale, da commentare, discutere e modificare insieme in vista di un’approvazione definitiva dell’assemblea dei soci fondatori. Continua a leggere

Bozza statuto associazione

ART. 5 – Ammissione dei Soci

  1. L’ammissione di un nuovo socio è deliberata insindacabilmente dal Consiglio Direttivo a seguito di richiesta scritta dell’interessato e secondo i criteri fissati nel regolamento interno dell’Associazione.
  2. La qualità di socio si perde per esclusione, per recesso ovvero per mancato versamento della quota annuale. L’esclusione è deliberata dal Consiglio Direttivo nei confronti del Socio che danneggi materialmente o moralmente l’Associazione o che svolga attività o abbia comportamenti incompatibili con l’appartenenza all’Associazione. Il recesso è consentito a qualsiasi socio ed in qualsiasi momento senza la restituzione della quota associativa afferente l’anno.
  3. Il ruolo di socio è incompatibile con qualsiasi incarico politico in partiti nazionali a qualunque livello.

Torna allo Statuto

ART. 9 – L’assemblea dei soci

  1. L’Assemblea dei Soci si riunisce in seduta ordinaria e straordinaria ed è costituita da tutti i soci in regola con il pagamento della quota sociale.
  2. È di competenza dell’Assemblea ordinaria:
    1. l’approvazione del bilancio/rendiconto preventivo e del programma di attività sociale;
    2. l’approvazione del bilancio/rendiconto consuntivo, la destinazione dell’avanzo di gestione o la copertura di eventuali disavanzi di gestione;
    3. la nomina del Presidente e dei componenti il Consiglio Direttivo;
    4. la nomina del Presidente e dei membri del Collegio dei Revisori dei Conti;
    5. la delibera degli indirizzi generali e delle linee programmatiche dell’associazione relativamente a quanto indicato nell’art.2;
    6. l’approvazione dei regolamenti interni;
    7. la trattazione di tutti gli altri oggetti attinenti la gestione sociale riservati alla sua competenza dallo Statuto, dalla legge o sottoposti al suo esame dal Consiglio Direttivo;
    8. l’istituzione di commissioni tematiche di studio o di lavoro formate da Soci ed esperti scelti anche al di fuori dei Soci, allo scopo di effettuare le finalità di cui all’art. 2 e la nomina dei relativi membri;
    9. la delibera dell’entità delle quote sociali annue.
  3. È di competenza dell’Assemblea straordinaria:
    1. l’approvazione delle modifiche dello statuto dell’Associazione;
    2. lo scioglimento dell’associazione stessa e la conseguente nomina dei liquidatori;
  4. L’Assemblea è convocata dal Presidente mediante avviso da inviare ai soci tramite posta ordinaria, fax, posta elettronica sms o qualsiasi altro mezzo concordato con ogni singolo socio – all’atto dell’iscrizione e successivamente eventualmente modificato per iscritto – e da esporre nella sede dell’Associazione almeno cinque giorni prima di quello dell’adunanza, contenente l’Ordine del Giorno, il luogo, la data e l’ora dell’adunanza stessa.
  5. Altre riunioni assembleari possono essere convocate con la modalità di cui sopra ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario e sulle decisioni da intraprendere, sulle linee politiche da attuare e sulle nuove attività da effettuare.

Torna allo Statuto

ART. 11 – Svolgimento dei lavori dell’Assemblea dei soci

  1. L’Assemblea è presieduta dal Presidente o dal Vice Presidente o, in assenza di entrambi, dal Consigliere più anziano di età del Consiglio Direttivo.
  2. Il Presidente dell’Assemblea nomina, fra i Soci, se lo ritiene opportuno, due scrutatori.
  3. Il Presidente accerta la regolarità della convocazione dell’Assemblea, il diritto ad intervenire e la validità delle deleghe.
  4. Dell’Assemblea viene redatto un verbale nell’apposito libro dei verbali delle assemblee che viene firmato dal Presidente e dal Segretario.
  5. Il Presidente e gli altri membri del Consiglio Direttivo non possono detenere deleghe da parte dei Soci.
  6. Tutti i componenti il Consiglio Direttivo non hanno voto nelle deliberazioni di approvazione del bilancio e in quelle inerenti loro responsabilità.

Torna allo statuto