Archivi tag: partecipattiva

Iscrizioni a Partecipattiva 2015

Partecipattiva continua la sua attività anche in questo suo ottavo anno di vita:

  • continua a Chiavari e a Cogorno, con l’incessante azione in Consiglio Comunale.
  • continua attraverso l’impegno di supporto al Comitato “Giù le mani dal Fiume Entella” e al gruppo “Contratto di fiume”.
  • continua attraverso l’impegno a fare rete con altre esperienze analoghe presenti in tutto il territorio ligure (come è noto è nato da poco il Coordinamento regionale delle liste autenticamente civiche, di cui Partecipattiva è co-fondatore)

Un grande impegno che ha bisogno di trovare nuove energie da parte di chi vede in questa esperienza uno spiraglio per forzare il cambiamento della politica amministrativa del nostro territorio ancora così piegata agli interessi particolari di segreterie partitiche o individui senza scrupoli.

Energie per:

  • organizzare appuntamenti pubblici di approfondimento o conoscenza
  • organizzare azioni di contrasto alle scelte sbagliate delle amministrazioni locali
  • organizzare proposte da portare all’attenzione dei governanti locali
  • organizzare momenti di socializzazione che ci aiutino a sentirci un corpo unico, animato dalla stessa attenzione per la comunità.

Per questi motivi vi chiediamoo di pensare in modo convinto ad una adesione a Partecipattiva.

Vi aspettiamo sabato 9 maggio presso l’albergo Stella del Mare in corso Millo a Chiavari, tra le 15 e le 19 per sottoscrivere l’adesione a Partecipattiva per il 2015 (quota sociale 20 euro) e decidere insieme come collaborare.

Per partecipare a Partecipattiva non è obbligatorio iscriversi a Partecipattiva …. però ci aiuta!

Vi aspettiamo!

Come ha speso i nostri soldi il Comune di Chiavari nel 2012?

Nel Consiglio Comunale di giovedì 10 maggio era in approvazione il rendiconto 2012 dell’amministrazione chiavarese.

Come è noto nel 2012 la cabina di regia del bilancio è stata in mano per 6 mesi ad Agostino e per 6 mesi a Levaggi. E’ ovvio quindi che questo bilancio non può essere preso a riferimento in toto per valutare l’azione politica della nuova amministrazione.

Tuttavia non possiamo evitare di sottolineare una serie di aspetti negativi, desunti dagli allegati alla delibera di approvazione del rendiconto 2012.

1) Ci sono alcune spese insensate.

Sono stati spesi 50.000 € per un incarico di studio di abbattimento e rifacimento del ponte della Libertà sull’Entella (opera inutile che quasi certamente non verrà mai realizzata).

Sono stati spesi 80.000 € per l’arredo urbano di Piazza Gagliardo, una piazza per la quale questa amministrazione ha continuato a cambiare idea, con l’unico risultato di renderla deserta per tutto la lunga stagione invernale.

Sono stati spesi 344.855 € per la manutenzione straordinaria del campo di Caperana: siamo sicuri che fosse così urgente questa spesa? Non c’erano proprio altre priorità?

Sono stati spesi 195.000 € per realizzare un’area verde nelle aree pertinenziali a servizio delle case comunali di circonvallazione: ci sono pochi soldi e vengono usati per opere di nessuna urgenza!

Sono il segno di come la spesa è decisa per progetti “del momento”, dovuti a pure valutazioni “politiche”, senza un minimo piano globale che possa prevedere le necessità della Città e che valuti costi e benefici dei possibili interventi al fine di definirne una chiara priorità.

2) L’avanzo di amministrazione utilizzabile è irrisorio.

Dell’avanzo si possono utilizzare solo 137.119 €. Come è noto l’avanzo è il vero bacino di spesa per le opere pubbliche. Questo significa che nel 2013 soldi da spendere per le opere pubbliche, anche solo come manutenzione, non ce ne sono.

Come mai così pochi soldi?

Continua a leggere

Partecipattiva ha rinnovato gli organi sociali

L’associazione Partecipattiva ha rinnovato i propri organi sociali nell’assemblea che si è tenuta domenica 14 aprile. I soci intervenuti hanno eletto il nuovo consiglio direttivo che resterà in carica per il prossimo biennio. Questi i componenti:

–       Carolina Birindelli

–       Corrado Bonifazi

–       Giorgio Canepa

–       Gianna Ciampolini

–       Tommaso Giacomazzi

–       Alberto Govi

–       Stefania Lenzi

–       Giovanni Melandri

–       Alessandro Monti

–       Andrea Profumo

–       Sandro Profumo

–       Gianni Tignonsini.

L’incarico di presidente sarà svolto da Alessandro Monti, mentre Carolina Birindelli sarà la vice.

L’assemblea è stata anche l’occasione per rinnovare l’impegno di Partecipattiva a promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa dei comuni di Chiavari, Lavagna e Cogorno con attenzione particolare alle tematiche dell’ambiente, della vivibilità, delle politiche per le famiglie e della mobilità sostenibile.

Appello agli elettori

Ormai il tempo della preparazione è passato e si deve scegliere il nuovo Sindaco di Chiavari.Giorgio Canepa, Sindaco per Chiavari
Voglio rivolgermi a tutti i Cittadini con messaggi specifici:

1) Perché votare Giorgio Canepa e Partecipattiva:

  • perché il nostro progetto di città è completo, chiaro e propone un futuro alla città;
  • perché siamo slegati dai partiti e dai loro apparati che a livello locale sono sempre gli stessi;
  • perché possiamo metterci al lavoro dal giorno dopo l’eventuale vittoria, mentre chi rappresenta i partiti sarà imbrigliato dalle segreterie dei partiti e dai loro veti;
  • perché se al ballottaggio ci vanno altri, Partecipattiva andrà all’opposizione, chiunque sia il Sindaco, e io sarò a disposizione dei chiavaresi per “controllare” assiduamente quello che l’amministrazione porrà in essere.

2) Perché NON votare i Candidati sostenuti dai partiti:

  • perché rappresentano coalizioni instabili e già alle prossime politiche andranno in crisi;
  • perché devono governare troppe “correnti interne”: passeranno il tempo a cercare gli equilibri che accontentino tutti;
  • perché il loro stile non è più accettabile: basta vedere quanto soldi hanno speso per la campagna elettorale;
  • perché anche se si dicono di destra, di centro o di sinistra, non hanno difficoltà a trovare accordi di convenienza quando viene bene.

3) Perché NON votare Agostino:

  • perché non è più accettabile che governi la città un uomo solo, che impone la sua opinione anche su ciò di cui non è competente;
  • perché il suo progetto è vecchio e non è adeguato ad affrontare la crisi che attraversa l’Italia in questi anni;
  • perché è attento solo alla propria immagine, per la quale è disposto a sperperare molti quattrini pubblici (vedi libretto mandato a casa o manifesti vari appesi in città);
  • perché si rischia di tornare a votare tra un anno se verrà confermata la sentenza di condanna.

Vi ricordo che in una elezione a doppio turno, ogni voto serve per decidere chi andrà al ballottaggio. Non fatevi distrarre da chi vi parla di voto utile: c’è anche il ballottaggio!

Infine mi rivolgo a coloro che sono tentati di non andare a votare: vi capisco, negli ultimi anni tanti politici hanno solo fatto dei danni e non hanno dimostrato né serietà né apertura ai Cittadini. Ma nonostante questo, Vi invito ad andare a votare e scegliere Partecipattiva. Il cambiamento è possibile solo votando il “nuovo”, che io rappresento a Chiavari.
Questo e’ il motivo per cui mi sono messo in gioco e ho accettato la candidatura di Partecipattiva,  una gruppo di validi Cittadini che vuole il bene di Chiavari.

Giorgio Canepa

L’impegno per i primi 100 giorni

Stiamo avvicinandoci al momento in cui i chiavaresi dovranno scegliere la Persona che amministrerà la città nei prossimi 5 anni.

Giorgio Canepa e Partecipattiva hanno già ampiamente illustrato le proprie linee programmatiche, ma al termine di questa interessante campagna elettorale vogliono prendersi alcuni impegni cui dare attuazione immediata:

Continua a leggere