Archivi tag: proposte

Degrado in Corso Lima a Chiavari: le nostre richieste

Abbiamo presentato un ordine del giorno per il prossimo Consiglio Comunale per chiedere che vengano realizzati opportuni interventi per ripristinare uno stato di decoro e fruibilità di un tratto di  Corso Lima.

Guarda il video:

In particolare chiediamo che:

1.    venga messo a norma il marciapiede dell’ultimo tratto di c.so Lima (direzione p.le Rocca) in quanto versa in condizioni disastrose: sono presenti buche e barriere architettoniche (scalini) che di fatto consentono un transito estremamente disagevole e pericoloso per il passaggio dei pedoni (in particolar modo disabili, persone anziane e mamme con passeggini); Continua a leggere

Una città per la famiglia

Pubblichiamo, in questa presentazione che AFI Tigullio ha preparato apposta per Partecipattiva, un insieme di proposte innovative.

Nella prima parte troverete una breve analisi della situazione delle politiche per la famiglia in Italia, e nella seconda un insieme di proposte basate su esperienze di eccellenza in Italia. Il punto importante è che, nonostante sia essenziale lavorare a livello nazionale, nel locale è possibile mettere in atto proposte rivoluzionarie.

Partecipattiva ha attivato un gruppo di lavoro su questi temi, per portare alcune proposte alle amministrazioni di Chiavari e di Cogorno. E le tue proposte?

Il video completo del nostro progetto

La proposta che abbiamo fatto ai chiavaresi di una rete di percorsi e piste ciclabili sta incontrando un grande interesse. Tantissimi sono stati i cittadini che si sono fermati al nostro banchetto in piazza Matteotti nella giornata di sabato scorso, chiedendoci cosa potevano fare per veder realizzata l’opera da noi proposta. Molti anche i contatti via e-mail e i suggerimenti per migliorare i percorsi o addirittura ampliare la rete.

Ecco i nostri percorsi ciclabili per Chiavari

Puoi venire a vedere il video completo del progetto  anche:

  • giovedì 19 marzo alle ore 18 presso la Sala Baldassarre dei Frati di S.Antonio in via S. Francesco;
  • venerdì 20 marzo alle ore 21 presso la sede di Partecipattiva in Piazza Sampierdicanne 3;
  • martedì 24 marzo alle ore 21 presso i locali parrocchiali di Caperana  in via Parma (davanti al campo sportivo).

Aspettiamo le tue osservazioni e proposte di modifica.

Aspettiamo nuove proposte!

A fine giugno ci sarà l’approvazione del bilancio 2007 e di conseguenza si libererà una grossa cifra da utilizzare per lavori pubblici o acquisti in conto capitale.

È quindi il momento di fare delle proposte da portare in Consiglio. Sono soldi che devono essere spesi entro il 30 novembre e in genere non sono pochi.

Quindi… forza con le proposte!!!

Chi meglio di voi conosce la situazione del proprio quartiere, della propria strada, di ciò che sta intorno al vostro posto di lavoro. Non può essere il Sindaco a vedere tutto: non è possibile.

Fate le vostre proposte e noi le tradurremmo in atti da portare in Consiglio Comunale.

Buon lavoro.

Considerazioni post-consiliari

“Un piccolo passo per Partecipattiva,
un grosso passo per Chiavari”

Non era ancora successo: da 12 anni a questa parte è la prima volta che una proposta portata in Consiglio dalla minoranza, in materia di opere pubbliche, venga approvata anche dalla maggioranza. Partecipattiva l’ha fatto. Si tratta della proposta di realizzare già con gli stanziamenti 2008 il completamento del marciapiede di via San Rufino fino a Rostio. È un’opera indispensabile per i residenti nel quartiere che da anni chiedono questo intervento. Già durante l’assemblea pubblica di Partecipattiva venne portata questa proposta, che Taccone ha tradotto in un atto di indirizzo per la giunta, trovando poi l’approvazione unanime del Consiglio Comunale. Continua a leggere

Comunicato stampa (C.C. 25/03/08)

Il Bilancio di previsione 2008 è ormai ai voti e i consiglieri hanno avuto pochissimo tempo per studiarlo, valutarne la portata ed elaborare delle proposte di modifica. Quello che emerge dall’analisi del Bilancio, è una visione statica della città. Per quanto riguarda le opere pubbliche sono state previste opere di manutenzione e di “normale amministrazione” che certamente contribuiscono a mantenere bella la città, ma che non danno alcun impulso dinamico al futuro. Per quanto riguarda la spesa corrente non si rileva, in tutto il Bilancio, alcun progetto innovativo che modifichi seriamente l’impostazione dell’Amministrazione, non solo per adeguarsi al mutare della società, ma neppure per disegnare un futuro in quei settori che tuttora languono (turismo, cultura, attività produttive, istruzione, politiche giovanili). Continua a leggere