Archivi tag: sicurezza

Resoconto dell’incontro pubblico su AMBIENTE e SICUREZZA

Vivere bene a Chiavari non è solo uno slogan: è un pensiero su cui Partecipattiva punta molto per il futuro della nostra città.
Così Giorgio Canepa ha aperto la seconda serata di approfondimento del programma elettorale sul tema AMBIENTE e SICUREZZA illustrando i molteplici legami con la vivibilità e  l’educazione di vivere e abitare la città.
Il concetto di sicurezza urbana non si identifica necessariamente con l’ordine pubblico. L’azione di sorveglianza e repressione deve essere accompagnata da politiche di prevenzione, moltiplicazione dei servizi e riduzione dei rischi. Lo stato dell’ambiente urbano è fondamentale per la percezione della sicurezza da parte del cittadino, per questo la sicurezza delle strade, dei marciapiedi, l’arredo urbano, l’illuminazione e la pulizia sono tasselli fondamentali del nostro programma.” Continua a leggere

Piana dell’Entella: i Sindaci aprano il dialogo ai cittadini!

Partecipattiva ha inviato una lettera ai sindaci dei quattro Comuni interessati dal progetto di messa in sicurezza dell’Entella (Carasco, Cogorno, Chiavari e Lavagna), con la quale chiede agli stessi di aprire un dibattito pubblico sull’opera, prima di comunicare le proprie osservazioni alla Regione. Di conseguenza chiede ai Sindaci e all’Assessore Regionale alle infrastrutture Paita di posticipare l’incontro previsto per il giorno 19, di cui gli organi di stampa hanno dato ampia informazione.
La richiesta è motivata dal fatto che l’opera in progetto è di grande impatto per il territorio e tale da modificare in maniera consistente le aree. Non possono quindi essere esclusi dalla progettazione i cittadini dei quattro comuni che vedrebbero modificato il territorio in maniera irreversibile.
I cittadini hanno il diritto di verificare inoltre che quanto si vuole realizzare nell’area sia veramente finalizzato alla messa in sicurezza del fiume, e non sia invece l’occasione per svincolare terreni sui quali poi andrebbero ad essere realizzate pesanti cementificazioni. In questo senso Partecipattiva ha in questi mesi già raccolto domande e preoccupazioni degli abitanti di Lavagna, interessati dal primo lotto già approvato del progetto, che assistono solo come spettatori al dibattito che avviene sulle pagine dei giornali tra gli amministratori.
Partecipattiva ritiene che sia assolutamente necessario che le amministrazioni mettano in campo energie e risorse per una progettazione partecipata; per questo motivo ha inviato la lettera anche ai gruppi consiliari dei Consigli Comunali dei quattro Comuni, perchè essi stessi si attivino per pretendere dai loro sindaci un confronto pubblico aperto.

Di seguito il testo della lettera:

Al Sindaco di Carasco
Laura REMEZZANO

Al Sindaco di Chiavari
Vittorio AGOSTINO

Al Sindaco di Cogorno
Enrica SOMMARIVA

Al Sindaco di Lavagna
Giuliano VACCAREZZA

e p.c.   ai capogruppo dei gruppi consiliari dei
Consigli Comunali di Carasco, Chiavari, Cogorno, Lavagna

e p.c.   all’Assessore regionale alle infrastrutture
Raffaella PAITA

OGGETTO: osservazioni al progetto di sistemazione degli argini del fiume Entella

In questi mesi si sta definendo un progetto per la piana dell’Entella, articolato in lotti, in cui la messa in sicurezza del fiume è associata con lo sviluppo della rete viaria su entrambe le sponde e con lo svincolo di aree che diventerebbero edificabili. Sicuramente si tratta di un disegno molto ambizioso ma di grande impatto per il nostro territorio.

Già è così per il primo lotto approvato di questo progetto, che riguarda la tratta fra il Ponte della Maddalena e la foce dell’Entella, in particolare sul lato Lavagna, dove è prevista la costruzione di una sorta di muraglione alto 4 metri sulla linea dell’attuale seggiun, al fine di impedire l’esondazione delle acque del fiume.

Della complessiva progettazione i cittadini delle amministrazioni interessate, ad oggi, sanno poco o nulla: solo quanto è stato riportato da tv locali o giornali, peraltro in forma sempre molto sommaria. Continua a leggere

Consiglio Comunale il 23 maggio

Venerdì 22 maggio alle ore 16 ci sarà il Consiglio Comunale a Chiavari.

Tra le pratiche in discussione anche due ordini del giorno presentati da Partecipattiva.

Il primo chiede interventi per completare marciapiedi e messa in sicurezza per la mobilità pedonale e con i mezzi pubblici a Caperana; il secondo recepisce le richieste di cittadini che aspettano un parco giochi attrezzato a Sampierdicanne. Si chiede che entrambi gli interventi vengano finanziati con l’avanzo di bilancio che sarà definito a fine giugno.

Questo comunque l’ordine del giorno del Consiglio:

ALLEGATO “A” – PRATICHE

1

ESAME ED APPROVAZIONE DEL VERBALE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE RELATIVO AL 25 MARZO 2008.

2

VARIANTE PARZIALE AL VIGENTE P.R.G. RELATIVA ALLA SOTTOZONA SPECIALE C.4.3.a (EX COLONIA FARA) – ADOZIONE. (allegato)

3

VARIANTI PARZIALI AL VIGENTE P.R.G. RIPIANIFICAZIONE DELL’AREA EX SOTTOZONA DI P.R.G. F1 – ATTREZZATURE SOVRACOMUNALI PER L’ISTRUZIONE SUPERIORE DI GESTIONE PUBBLICO-PRIVATA, A SEGUITO DI CESSATA EFFICACIA DI DETTA PREVISIONE PER GLI EFFETTI DELL’ART.2 DELLA LEGGE 19/11/1968 N.1187. ADOZIONE PROPOSTA RIPROPOSIZIONE VINCOLO. Continua a leggere

Finalmente via san Rufino avrà il suo marciapiede fino a Rostio

Questo il testo dell’ordine del giorno presentato da Taccone approvato all’unanimità:

“Oggetto: miglioramento della mobilità pedonale in via San Rufino.

 Considerato che

già da anni la popolazione residente in via San Rufino attende che venga completato il marciapiede che consente di muoversi a piedi in sicurezza, dai confini del Comune, in zona Rostio, fino al centro del quartiere di Sampierdicanne;

nel tratto di strada tra la Lames e Rostio sono avvenuti negli anni numerosi incidenti, con gravi conseguenze per pedoni, ciclisti e motociclisti, a causa della mancanza di un marciapiede e di opportuni elementi che costringano gli automobilisti a ridurre la velocità; Continua a leggere

Comunicato stampa (C.C. 25/03/08)

Il Bilancio di previsione 2008 è ormai ai voti e i consiglieri hanno avuto pochissimo tempo per studiarlo, valutarne la portata ed elaborare delle proposte di modifica. Quello che emerge dall’analisi del Bilancio, è una visione statica della città. Per quanto riguarda le opere pubbliche sono state previste opere di manutenzione e di “normale amministrazione” che certamente contribuiscono a mantenere bella la città, ma che non danno alcun impulso dinamico al futuro. Per quanto riguarda la spesa corrente non si rileva, in tutto il Bilancio, alcun progetto innovativo che modifichi seriamente l’impostazione dell’Amministrazione, non solo per adeguarsi al mutare della società, ma neppure per disegnare un futuro in quei settori che tuttora languono (turismo, cultura, attività produttive, istruzione, politiche giovanili). Continua a leggere

Programma Triennale dei Lavori Pubblici

Ieri sera si è tenuta la seduta (pubblica) della

Commissione consiliare seconda per la discussione del
Programma Triennale dei Lavori Pubblici
per il periodo 2008–2010

Riportiamo qui di seguito una sintesi per capitoli di spesa del summenzionato Programma. Prima però vorremmo sottolineare, ancora una volta, come la metodologia di lavoro della presente Amministrazione Comunale sia in linea con la poca trasparenza (per non dire totale opacità) che tipicizza lo stile Agostino. E’ invero impensabile, inconcepibile che in un regime di democrazia (formale) una materia tanto delicata e complessa come il bilancio comunale (corrispettivo locale della finanziaria nazionale) venga comunicato, senza alcun dettaglio di massima, ai consiglieri di minoranza (che stanno ancora aspettando il testo del Piano del Commercio, presentato in sede di commissione venerdì prossimo). Considerando che il Consiglio Comunale è stato convocato per il 25 marzo, vale a dire il giorno dopo il Lunedì dell’Angelo, vale a dire cioè dopo il weekend di Pasqua, il tempo per esaminare attentamente il Bilancio e per formulare eventuali emendamenti in pratica non esiste. Continua a leggere

Bilancio di previsione v. 1.0

assemblea-aperta-per-bilancio1.jpgSi è svolta martedì sera la prima assemblea pubblica, organizzata da Partecipattiva, allo scopo di individuare priorità, attese, bisogni e proposte da portare all’attenzione del Consiglio Comunale al momento della ormai prossima approvazione del bilancio di previsione 2008. Erano presenti il consigliere Taccone e circa una ventina di cittadini che liberamente hanno espresso le loro aspettative circa gli impegni di spesa che attendono l’amministrazione chiavarese. Quali sono stati i temi emersi da questo primo dibattito? Continua a leggere