Partecip@TTIVA

La storia di Partecip@TTIVA

All’origine di Partecipattiva, come molto spesso accade nella vita, vi sono un evento traumatico ed un desiderio di rigenerazione.
Era il 2006. La città di Chiavari era per la prima volta guidata da una giunta di centro sinistra: una grande speranza che, in una parte di coloro che avevano sostenuto il possibile nuovo corso nell’amministrazione della città, viene sostituita da delusione e sconcerto. Tutti i limiti di un modo vecchio di fare politica, di una contrapposizione destra-sinistra superata dall’emergere di nuove istanze nella società civile, di una gestione politica che prescinde dalla partecipazione costante della cittadinanza, si evidenziano dolorosamente in poco tempo. Il senso di responsabilità di due consiglieri comunali e il loro voto di sfiducia portarono alle dimissioni della giunta, sancendo in modo netto la volontà di un gruppo di persone che aveva ormai deciso di intraprendere quella strada che portò alla nascita di Partecipativa.
Le elezioni comunali del 2007 furono l’immediato impegno del neonato soggetto politico, che si concretizzava nel sostegno alla candidatura di Agostino Taccone per la carica di sindaco, e proprio in questa occasione si evidenziò uno dei tratti importanti del dna politico di Partecipattiva che non sarà mai in tutta la sua storia una cosiddetta “lista civica”, ma un’associazione che nel momento elettorale non vede il suo fine bensì uno dei modi in cui sfocia l’attività politica costante dei suoi militanti.
Negli anni Partecipattiva è stata sempre presente nel consiglio comunale chiavarese e dal 2014 anche in quello del comune di Cogorno.
Giorgio Canepa, candidato sindaco di Chiavari alle elezioni del 2012, oggi è consigliere comunale e prosegue l’impegno di Agostino Taccone ed Alessandro Monti.

Partecip@TTIVA oggi

Giorgio Canepa ha iniziato a scrivere la nuova pagina della storia di Partecipattiva: è candidato sindaco per le elezioni del 2017.
E’ una pagina ancora bianca che vorremmo scrivere insieme a tutti i chiavaresi che lo desiderano: Giorgio ha portato nella nostra associazione un enorme patrimonio di esperienza e conoscenze, frutto del suo lavoro in tutto il mondo. Egli ha portato anche un motto, direttamente dal Kentucky dove ha lavorato, che gli iscritti di partecipativa hanno fatto proprio: UNITED WE STAND.

Se sei arrivato in fondo a questa pagina, vieni a conoscerci per vedere non solo come Partecipattiva traduce questo motto in italiano, ma soprattutto per come lo traduce nei fatti. Ti aspettiamo!