Archivi categoria: elezioni comunali

Entriamo in Consiglio Comunale a Cogorno

Eccola la PACIFICA IRRUZIONE politica di Partecipattiva a Cogorno.

Al primo tentativo siamo già 861, il 27,2%, che consente a Partecip@TTIVA di entrare nel consiglio comunale di Cogorno con due consiglieri: Alberto GOVI e Stefania LENZI.

Partecipattiva è il primo movimento civico del Tigullio ad avere consiglieri comunali in due comuni distinti. Un grande risultato che apre la strada a nuove prospettive.

La festa dopo la conquista dei due seggi in consiglio Comunale

Appello agli elettori

Ormai il tempo della preparazione è passato e si deve scegliere il nuovo Sindaco di Chiavari.Giorgio Canepa, Sindaco per Chiavari
Voglio rivolgermi a tutti i Cittadini con messaggi specifici:

1) Perché votare Giorgio Canepa e Partecipattiva:

  • perché il nostro progetto di città è completo, chiaro e propone un futuro alla città;
  • perché siamo slegati dai partiti e dai loro apparati che a livello locale sono sempre gli stessi;
  • perché possiamo metterci al lavoro dal giorno dopo l’eventuale vittoria, mentre chi rappresenta i partiti sarà imbrigliato dalle segreterie dei partiti e dai loro veti;
  • perché se al ballottaggio ci vanno altri, Partecipattiva andrà all’opposizione, chiunque sia il Sindaco, e io sarò a disposizione dei chiavaresi per “controllare” assiduamente quello che l’amministrazione porrà in essere.

2) Perché NON votare i Candidati sostenuti dai partiti:

  • perché rappresentano coalizioni instabili e già alle prossime politiche andranno in crisi;
  • perché devono governare troppe “correnti interne”: passeranno il tempo a cercare gli equilibri che accontentino tutti;
  • perché il loro stile non è più accettabile: basta vedere quanto soldi hanno speso per la campagna elettorale;
  • perché anche se si dicono di destra, di centro o di sinistra, non hanno difficoltà a trovare accordi di convenienza quando viene bene.

3) Perché NON votare Agostino:

  • perché non è più accettabile che governi la città un uomo solo, che impone la sua opinione anche su ciò di cui non è competente;
  • perché il suo progetto è vecchio e non è adeguato ad affrontare la crisi che attraversa l’Italia in questi anni;
  • perché è attento solo alla propria immagine, per la quale è disposto a sperperare molti quattrini pubblici (vedi libretto mandato a casa o manifesti vari appesi in città);
  • perché si rischia di tornare a votare tra un anno se verrà confermata la sentenza di condanna.

Vi ricordo che in una elezione a doppio turno, ogni voto serve per decidere chi andrà al ballottaggio. Non fatevi distrarre da chi vi parla di voto utile: c’è anche il ballottaggio!

Infine mi rivolgo a coloro che sono tentati di non andare a votare: vi capisco, negli ultimi anni tanti politici hanno solo fatto dei danni e non hanno dimostrato né serietà né apertura ai Cittadini. Ma nonostante questo, Vi invito ad andare a votare e scegliere Partecipattiva. Il cambiamento è possibile solo votando il “nuovo”, che io rappresento a Chiavari.
Questo e’ il motivo per cui mi sono messo in gioco e ho accettato la candidatura di Partecipattiva,  una gruppo di validi Cittadini che vuole il bene di Chiavari.

Giorgio Canepa

L’impegno per i primi 100 giorni

Stiamo avvicinandoci al momento in cui i chiavaresi dovranno scegliere la Persona che amministrerà la città nei prossimi 5 anni.

Giorgio Canepa e Partecipattiva hanno già ampiamente illustrato le proprie linee programmatiche, ma al termine di questa interessante campagna elettorale vogliono prendersi alcuni impegni cui dare attuazione immediata:

Continua a leggere

Partecipattiva incontra il sindaco di Castelnuovo del Garda

La campagna elettorale è ormai nel vivo. Le forze partitiche in questo periodo invitano illustri rappresentanti nazionali o regionali che vengono a promettere attenzioni particolari per il nostro territorio, in forza del proprio ruolo istituzionale.

PARTECIPATTIVA sceglie un’altra strada. Non le è difficile, dal momento che è svincolata totalmente dai partiti e a queste elezioni comunali non chiede niente altro che i voti che le consentirebbero di governare Chiavari, per farne “la città dove vivere bene”.

PARTECIPATTIVA ha deciso di invitare una amministrazione comunale italiana, quella di Castelnuovo del Garda. Continua a leggere

TRE OTTIMI MOTIVI

Caro cittadino chiavarese…
ti diamo tre ottimi  motivi per votare Giorgio Canepa  e Partecip@TTIVA.

 

 

1.Giorgio Canepa è l’unico volto nuovo tra tutti i candidati sindaco per Chiavari. Si è presentato dicendo che non è un politico e ci siamo accorti subito che non parla il linguaggio della politica. Nei suoi discorsi ci sono la concretezza di un manager, l’esperienza di chi ha visto il mondo, ma anche l’entusiasmo di un giovane e il desiderio di veder sbocciare Chiavari, di renderla davvero la città dove si vive bene, dove è bello stare. Crediamo che Giorgio sia la persona giusta per ascoltare e realizzare quello che anche tu desideri per Chiavari.

2.In questi anni, Partecip@TTIVA ha cercato di proporre un modo diverso di fare e pensare la politica: per noi politica è sinonimo di bene comune. Abbiamo lavorato per dare voce a tutti i cittadini e siamo fortemente convinti che dietro ad un bravo sindaco ci debba essere una grande squadra, una squadra della quale vorremmo che anche tu facessi parte. Pensiamo che i partiti, di destra o di sinistra essi siano, non rappresentino più i cittadini comuni; le logiche delle segreterie di partito – e i loro interessi – non ci appartengono e ci hanno stancato da un pezzo. In occasione di queste elezioni, quindi, è stato inevitabile per Partecip@TTIVA cercare di mantenere la propria identità rifiutando accordi e compromessi con i vari partiti che l’hanno contattata. Crediamo che questa sia una scelta vincente e meriti la tua fiducia.

 

3.Abbiamo costruito una lista di persone come te, che hanno deciso di mettersi in gioco per concretizzare la nostra idea di città. Abbiamo scelto cittadini che non hanno interessi personali da perseguire, ma desiderano mettersi al servizio della città, mettere a disposizione di tutti il loro tempo e le loro competenze. Crediamo che anche tu possa sentirti rappresentato da ciascuno di loro.